LA PIROGRAFIA DI ROSA PASCULLI
...l'arte di incidere le emozioni con il fuoco..
CONSIGLI
 

INTRODUZIONE ALLA PIROGRAFIA


 

L'arte della pirografia (dal greco pyr=fuoco e grafo=scrivo-disegno) è molto antica, la si trova persino nelle decorazioni delle piroghe. Avviene effettuando delle bruciature, essenzialmente su legno, su cuoio o sughero. L'Incisione a fuoco avviene mediante una penna con punta terminale riscaldata da una resistenza elettrica alimentata da un trasformatore di corrente a 12 volt (pirografo). La pressione della punta sul legno e il tempo di permanenza determinano la marcatura dell'incisione.Prima dell'avvento dell'elettricità, nel XX secolo, si usavano, per pirografare, soprattutto ferri arroventati sul fuoco. Oggi si utilizza un apposito strumento, il pirografo, alimentato a corrente elettrica. In cima al pirografo è collegata un piccola cannuccia sulla quale si inserisce una punta intercambiabile munita di filamento che, arroventandosi, brucia ed incide il legno. Nei negozi per hobbisti è possibile trovare una vasta gamma di oggetti in legno (cornici, vassoi, scatole di varie dimensioni, piatti, ciotole etc.) che possono essere facilmente pirografati e utilizzati per fare un regalo personalizzato e originale. 



  
  I LEGNI

La qualità dei lavori realizzati dipende sempre dalla scelta del legno.
Non è un problema finchè il disegno è adeguato alle qualità pirografiche del legno scelto.
la natura del legno e il fatto che i pezzi sono sempre diversi uno dall'altro,dimostrano che è impossibile fare distinzioni assolute tra i diversi generi.Ecco comunque qui un elenco di osservazioni guida generali.

*Assicuratevi che la superfice su cui state lavorando sia la più levigata possibile.Scartavetrate completamente l'oggetto,usando diversi tipi di carta vetrata da una grana grossa a una fine.

*I principianti possono trovare facilmente del legno poco costoso su cui esercitarsi:nei colorifici si possono trovare molti oggetti come cucchiai,palette da cucina e taglieri a un prezzo molto conveniente.Solitamente questi sono in legno di faggio.Si tratta di un legno molto utile:la grana può essere ben definita e quindi adatta a lavori di precisione.Fate attenzione a non comprare legno verniciato o laccato.

*Il COMPENSATO, che è poco costoso,se rivestito in faggio,è un altro supporto ideale per i principianti.

*I legni duri chiari,come il PLATANO,il TIGLIO,l'AGRIFOGLIO e l'ACERO sono quelli usati più frequentemente.Il loro colore chiaro ha un effetto di grande contrasto sul lavoro e la grana da meno problemi.

*Il TASSO,il NOCE e il FRASSINO sono tutti legni utili e sono delle "tele"migliori su cui lavorare rispetto ai legni bianchi,ma data la natura imprevedibile della grana,si è obbligati ad adattare le proprie aspettative e a optare per disegni più definiti con una variazione della tonalità minima o assente.I legni scuri come il PALISSANDRO e il TEAK valgono la pena di essere sperimentati.

*La QUERCIA,l'OLMO e le CONIFERE a legno morbido come il PINO possono essere usati solo a livelli molto semplici.La loro grana è molto difficile da decorare e la punta del pirografo nn riesce a imprimerla uniformemente.I legni scuri come il MOGANO non permettono un risultato completo,a meno che si desideri un effetto molto delicato.

*I legni dalla grana molto fine come il PLATANO d'OCCIDENTE e il LEGNO SETA sono molto reattivi,ma è meglio lasciarli al naturale.


HOMESU DI MEIDEE REGALODANZEARTEARTE 800ANGIOLETTISACRERITRATTIFANTASYVARIEPIROGRAFIA SOLAREALBUM CRISS CROSSFOFUCHASI MIEI EVENTISERVIZICONSIGLICONTATTAMI